Steve McCurry - Icons

Da EUR 10

Steve McCurry è uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea ed è un punto di  riferimento per un larghissimo pubblico, soprattutto di giovani, che nelle sue fotografie riconoscono  un modo di guardare il nostro tempo e, in un certo senso, “si riconoscono”. In ogni scatto di Steve  McCurry è racchiuso un complesso universo di esperienze e di emozioni e molte delle sue immagini  sono diventate delle vere e proprie icone, conosciute in tutto il mondo, a partire dal Sharbat Gula,  la ragazza afghana che alcuni considerano la Monna Lisa del nostro tempo.
 

Qui puoi acquistare il biglietto di ingresso alla tariffa convenzionata di € 10,00 e senza costi di prenotazione. L'audioguida è inclusa nel prezzo.
(La tariffa intera ordinaria costa € 12,00 + € 1,00 di diritto di prenotazione).

Al momento dell'acquisto riceverai tramite email un coupon da presentare all'ingresso della mostra, dove verrà cambiato con il biglietto effettivo.

Orari di apertura dal 14 Aprile al 12 Giugno 

Dal Martedì al Venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 20

Sabato e Domenica dalle 10 alle 20 

Lunedì chiuso

 

Orari di apertura dal 13 Giugno al 18 Settembre

Dal Martedì alla Domenica dalle ore 16 alle 24

Lunedì chiuso

 

Aperto dalle ore 10 alle 20 durante i seguenti giorni Festivi
Aprile: dal 14 al 18, dal 23 al 25, il 29 e 30

Maggio: 1° 

Giugno: 2 e 3 

Informazioni Aggiuntive

Meeting Point
Categoria
musei-attrazioni-turistiche
Categoria Visit Romagna
culture
Città
Riccione (RN)
Categoria Destinazione per Festività

Da EUR 10

Prenota

In evidenza

L’obiettivo di Steve McCurry ha saputo raccogliere immagini di grande poesia anche nei luoghi del mondo dove la vita è più  difficile, ma non mancano gli scatti più terribili, che documentano la guerra, la violenza e le atrocità  di cui, purtroppo, l’umanità sa rendersi protagonista e che McCurry ha documentato, dalle Torri  gemelle fotografate dal suo studio a New York alla guerra del Golfo, dalla guerra in Afghanistan al  Giappone dopo lo tsunami, dai bambini soldato al dolore degli ospedali.  

Nato a Philadelphia nel 1950, Steve McCurry comincia presto a collaborare come fotografo con un  giornale locale. Dopo tre anni, decide di recarsi in India, da dove passa in Pakistan e poi in  Afghanistan insieme a un gruppo di mujaheddin, dove realizza il suo primo straordinario reportage.  Da allora collabora con alcune delle riviste più prestigiose: Time, Life, Newsweek, Geo e il National  Geographic. Con una carriera di oltre quarant’anni si è affermato come uno dei più grandi fotografi  del mondo.