Abbazia di Nonantola

Da EUR 5

Un percorso guidato alla scoperta della basilica abbaziale dedicata a San Silvestro I Papa ed del Museo Benedettino e Diocesano Un tempo cuore religioso e centro culturale dell’Europa medievale, oggi l’Abbazia vi accoglie per un viaggio lungo 1300 anni di storia e d’arte. Un patrimonio ai più sconosciuto e sorprendente, emblema di epoche passate per la sua preziosità ed unicità. La splendida basilica, già monastero benedettino e poi cistercense, è oggi la chiesa concattedrale dell’Arcidiocesi di Modena-Nonantola. Gioiello dell’architettura romanica emiliana, la sua storia risale al 752, anno della fondazione del cenobio ad opera di sant’Anselmo, cognato del re longobardo Astolfo. Dopo quattro anni la chiesa fu impreziosita per l’arrivo da Roma delle reliquie di San Silvestro I Papa e da allora è dedicata a questo pontefice. Per la sua attenzione alla spiritualità, all’ospitalità, alla cultura, all’amministrazione del territorio da un punto di vista politico, economico e sociale, l’Abbazia dialogò con importanti personalità di varie epoche: Carlo Magno, Lotario, Carlo il Grosso, Federico Barbarossa, Matilde di Canossa, Gregorio VII, San Carlo Borromeo. Completa il percorso la visita del Museo Benedettino e Diocesano dove troverete il Sacro Tesoro dell’Abbazia composto dalla stauroteca contenuto uno dei maggiori frammenti riconosciuti della reliquia della Santa Croce (sec. X), il reliquiario argenteo dei Santi Senesio e Teopompo (sec. XII), il braccio reliquiario di San Silvestro Papa (1372), rarissimi sciamiti bizantini (sec. VIII-IX), splendidi codici medievali miniati dell’antico scriptorium monastico tra cui l’Evangelistario di Matilde di Canossa (sec. XI-XII), diverse pergamene tra cui quelle con il monogramma di Carlo Magno, il signum di Matilde di Canossa e Federico Barbarossa. Completano il percorso alcune opere pittoriche tra cui un polittico ligneo quattrocentesco di Michele di Matteo Lambertini e il dipinto di Ludovico Carracci raffigurante San Carlo Borromeo.

Indirizzo: via Marconi, 3 - Nonantola (Modena)
 
Cammini Interessati
  • via Romea Nonantolana
  • via Romea Strata Longobarda Nonantolana


Per maggiori informazioni:
Tel - 059-549025
Email - info@abbazianonantola.it

Informazioni Aggiuntive

Categoria
monasteri-aperti

Da EUR 5

Prenota

In evidenza

Un tempo cuore religioso e centro culturale dell’Europa medievale, oggi l’Abbazia vi accoglie per un viaggio lungo 1300 anni di storia e d’arte. Un patrimonio ai più sconosciuto e sorprendente, emblema di epoche passate per la sua preziosità ed unicità. La splendida basilica, già monastero benedettino e poi cistercense, è oggi la chiesa concattedrale dell’Arcidiocesi di Modena-Nonantola. Gioiello dell’architettura romanica emiliana, la sua storia risale al 752, anno della fondazione del cenobio ad opera di sant’Anselmo, cognato del re longobardo Astolfo. Dopo quattro anni la chiesa fu impreziosita per l’arrivo da Roma delle reliquie di San Silvestro I Papa e da allora è dedicata a questo pontefice. Per la sua attenzione alla spiritualità, all’ospitalità, alla cultura, all’amministrazione del territorio da un punto di vista politico, economico e sociale, l’Abbazia dialogò con importanti personalità di varie epoche: Carlo Magno, Lotario, Carlo il Grosso, Federico Barbarossa, Matilde di Canossa, Gregorio VII, San Carlo Borromeo